Come aumentare i like su YouTube

Come aumentare i like su YouTube

Fra i mezzi “moderni”, il canale su Internet permette di farsi conoscere rapidamente. Qualche suggerimento per ottimizzare i risultati.

Hai deciso di sfruttare la rete per proiettare più in alto la tua attività? Ottimo. Allora probabilmente sai già che i testi che inserisci nel tuo sito ti rappresentano a vanno calibrati sotto ogni aspetto.

E senz’altro ti sarai accorto che le fotografie che aggiungi a supporto hanno una grande importanza, perché – in sintesi – attirano l’attenzione del visitatore che può diventare compratore. Ne consegue che un video, in nuce, ha un peso addirittura maggiore, sempre che se ne possa realizzare o scegliere uno in tema con le news inerenti alla tua attività.

Culla e serbatoio delle immagini in movimento, come noto, è YouTube, il canale di Internet dove puoi reperire praticamente tutto. Ma, una volta che ti iscrivi e crei il tuo spazio personale, come aumentare i like su YouTube? Giga.it è in grado di darti qualche indicazione sull’argomento.

Dati su YouTube…

YouTube può contare su un miliardo di visite mensili! Per questo si è guadagnato per importanza il titolo di secondo motore di ricerca – in fondo, al di là dell’insita funzione “aggregante”, di questo si tratta – del mondo (dopo Google, ovviamente). La sua “maneggevolezza”, poi, è ineguagliabile: sono sufficienti pochi secondi per “prelevare” un filmato e incollarlo su un profilo social, dove, attraverso i “mi piace” e le condivisioni, può “viaggiare” rapidamente ed essere visto da un numero di persone talvolta inimmaginabile.

…E alcune avvertenze!

 Tuttavia, bisogna essere coscienti degli eventuali limiti connaturati alla propria sfera. Cioè: la tua impresa è uno studio di consulenze legali?

Allora si presta poco a un lancio, magari in grande stile, su tale potente mezzo (tranne che non si abbia un’idea “rivoluzionaria”); meglio pensare a Linkedin o altri “luoghi” del genere. Settori più idonei? Automobili, cucina, spettacolo, alberghi e simili, ristoranti, orologi, editoria, corsi – tanto per fare alcuni esempi – vanno benissimo.

Quanto piace?

Il gradimento del materiale che inserisci su YouTube si misura con il numero di visualizzazioni, che come accennato può aumentare enormemente. D’altronde, l’utente ha la possibilità di esprimere un’opinione, attraverso le icone del pollice in su o in giù. Molti giudizi contrari pesano, nel senso che possono indurre alla rinuncia ulteriori visitatori. Quindi opta per la migliore qualità possibile.

Redigi un’introduzione

Al di là dei rischi, comunque, oggi (rispetto a prima) hai modo di presentarti diffusamente sul tuo “angolo” del canale: oltre alla copertina e all’ovvia scheda informativa che ti permette di illustrare la natura della tua attività e i tuoi obiettivi, disponi di alcuni “sottocanali” (per distribuire meglio i contenuti, se sono tanti) e di un forum nel quale confrontarti con chi ti segue.

Così, attraverso testi scritti con le regole del SEO (con parole chiave e strutture soppesate), è più facile reperirti non solo nell’ambito di YouTube ma addirittura dell’intera rete!

Consigli in più

Continuando su tale falsariga, otterrai dei vantaggi pure dall’uso dei tags, che metteranno automaticamente in relazione i tuoi video fra loro, o anche con altri che c’entrino con il tuo ramo. Inoltre, è il caso di collegare il tuo account con una pagina di Google+, sì da “cavalcare” segnalazioni altrui, commenti ed eventuali condivisioni.

Ci vuole parecchia cura…

Parlavamo poc’anzi della possibilità di lasciare commenti. Devi essere pronto ad accettare, fronteggiare, controbattere civilmente quelli meno lusinghieri (se ritieni di non averne il tempo, elimina il forum). Ciò richiede una certa dedizione quotidiana allo spazio di tua competenza, che tra l’altro va sempre ripulito e tenuto in ordine (anche qui lo spam non manca…).

Soffermiamoci sui contenuti

Torniamo sulla questione di come aumentare i like su YouTube. Inserire video divertenti è sempre utile, ma cerca di assolvere anche a una funzione “didattica”, mostrando come funziona il tuo prodotto o il tuo servizio tramite un tutorial o una lezione, insomma con inviti indiretti all’acquisto di una formula di base. E concorsi, che godono di un’attenzione garantita. Se poi hai organizzato un evento e ne proponi le riprese (o il “dietro le quinte”), fai una bella figura!

Monitora l’andamento

Ormai gli strumenti ci sono. Puoi capire rapidamente quanto piace quel che fai attraverso il comportamento dei tuoi iscritti, notare se e quanto condividono i tuoi contenuti (o quali di essi), accorgerti se hai una fascia d’età più attiva. E di conseguenza perfezionare le tue strategia di vendita.

Naturalmente devi tenerti aggiornato e ricettivo sulle attività altrui (siamo pur sempre in ambito “social”), non perdendo l’occasione di elargire impressioni che confermino la tua “autorità” in materia.

È bene comprendere che YouTube non è da considerare solo un mezzo per allargare il raggio degli affari; può diventare una vera e propria “succursale” del tuo website, e nel contesto più consono.

Avevi mai pensato a YouTube in questa veste?

Share this post:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Recent Posts

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi